LinkedIn: arrivano gli ADS anche in Italiano

Me lo annuncia una mail ieri mattina. E la mattina non è proprio il momento in cui un freelance pieno di cose da fare ha voglia di pensare ad altri investimenti per procacciare clienti. Ma dopo un caffè il mondo appare migliore e così ho iniziato a studiarmi le possibilità offerte dai LinkedIn Ads, di cui, lo devo ammettere, ero completamente digiuna.
Se conoscete il meccanismo dei Facebook Ads non vi lascerà sorpresi il meccanismo di quelli di LinkedIn, dove sta la differenza? Tutta nei contenuti ovviamente, gli Ads su LinkedIn servono per trovare nuovi clienti, nuovi lavori, nuove opportunità di collaborazioni con aziende e professionisti. Insomma, è come avere una finestra privilegiata nel mare magnum, spesso confuso, delle opportunità lavorative del giorno d’oggi.
Devo ammettere che la mail promozionale è stata ben studiata, si parte con un claim che farebbe gola a qualsiasi freelance sempre in cerca di qualcosa di nuovo (perché è bello cambiare, perché il commercialista è sempre lì con il fiato sul collo che ti incita: “Fattura, fattura, fattura!”, perché la prima regola per un freelance é non farsi scappare nessuna opportunità, avere più clienti possibili, spaziare in vari settori per mantenere ampio il portfolio): “I tuoi clienti sono iscritti a LinkedIn. Trovali oggi!”.
Annunci

Beauty 2.0: ospite in un corso tematico di approfondimento sul social media management nei settori Beauty & Fashion

Oggi ho deciso che voglio tirarmela un po’ e mettervi a parte del bellissimo invito che ho ricevuto qualche tempo fa a partecipare con un mio intervento all’interno del corso di approfondimento di Social Media Marketing e Management organizzato dalla società Soluzione Group di Brescia per professionisti del settore moda e beauty, che si terrà martedì 26 giugno presso il Quanta Village a Milano.
Avrò la possibilità di parlare della mia esperienza con M.O.M.A. Style Blog, chi sono, perché ho creato questo blog, come l’ho portato a diventare un sito che funziona e come mi rapporto con le aziende di settore.

Pinterest: bello e divertente, ma dove sta il guadagno?

Ormai la Pinterest mania è esplosa. È un dato di fatto. Con oltre 20 milioni di utenti attivi mensili si prepara ad essere il nuovo social network di successo, anche se, come sempre, c’è chi già storce il naso e solleva problemi di varia natura, dal copyright delle immagini al “ma da dove guadagna Pinterest”, come farà a sopravvivere alla lunga?
Effettivamente questa è una domanda interessante: ho provato a fare qualche indagine in merito, ma le informazioni sono ancora piuttosto confuse. Quel che è certo, o che almeno per chi mastica un po’ di web appare chiaro, è che Pinterest offre una potenzialità di vendita enorme per le aziende, soprattutto per quelle che commerciano online.
Infatti, quando “pinniamo” un’immagine proveniente da un sito di vendita online, che sia Amazon, Asos, o qualunque altro e-commerce, l’immagine pinnata avrà sempre (anche dopo 1.000 repin) il link diretto al sito di provenienza e conseguentemente stimolerà all’acquisto basandosi su un processo di marketing basilare.

Curriculum Vitae 2.0: realizza un’infografica con Visualize.me

La nuova frontiera dei Curriculum Vitae è online. Ancora meglio se, per presentarti in modo originale al tuo potenziale futuro datore di lavoro, userai un mezzo che ti distingue dal consueto cv in Word visto e rivisto o, tanto peggio, dal cv in formato europeo (odiatissimo dalla maggior parte degli HR e dalla maggior parte delle società di ricerca personale, parlo per esperienza).

Una soluzione originale arriva, come sempre, dal web. Nello specifico dal sito Visualize.me che permette di creare in pochi clic un perfetto infographic cv prendendo le informazioni direttamente dal vostro profilo LinkedIn e permettendovi anche di modificarle e costumizzare lo stile a vostro piacere. Naturalmente il sito è accessibile anche a chi non ha un profilo LinkedIn, l’unica differenza è nel dover costruire da zero le informazioni utili alla creazione dell’infografica.

Continua a leggere