Migrare da wordpress.com a wordpress.org: perché e come?

Qualche tempo fa vi avevo parlato piuttosto dettagliatamente di come migrare un blog ospitatato su Blogger su WordPress.com (trovate QUI il post se siete interessati).

Io stessa avevo fatto questa scelta per il mio M.O.M.A. e ne ero piuttosto felice, fino a quando, pochi giorni dopo la migrazione, non ho scoperto un problema davvero grave: WordPress.com, per ragioni di sicurezza ignote e incomprensibili ai più, blocca in automatico qualsiasi banner pubblicitario proveniente da piattaforme di affiliazione (Zanox ad esempio, o Commission Junction, che sono i più utilizzati). È abbastanza intuitivo che se avete un blog i cui guadagni derivano, anche solo in parte, da queste pubblicità il limite è parecchio insormontabile. A questo se ne aggiunge un altro, ovvero l’impossibilità di avere accesso al codice html del proprio sito: su wordpress.com puoi muoverti e fare cambiamenti solo attraverso i widget messi a disposizione e questo mi ha dato la stoccata finale facendomi prendere la decisione, nel giro nemmeno di una settimana, di migrare nuovamente, questa volta su WordPress.org.

La migrazione tra le due piattaforme in realtà è il passaggio più semplice di tutti (anche se, mettetevelo in testa, vi andranno perse la maggior parte delle foto contenute nei post, alcuni contenuti potrebbero essere per errore duplicati, molti permalink cambieranno e voi dovrete cambiare tutto, con santa e buona pazienza, a mano!). La prima cosa da fare è scegliere un hosting che ospiterà il vostro sito, WordPress ha quelli consigliati che trovate ben elencati e descritti in questa pagina. Io ho scelto il primo BlueHost, non perché fosse il primo, ma perché mi sembrava il più completo e conveniente e soprattutto offre un’assistenza clienti (in inglese) 24 ore su 24 anche in live chat. Il che si è rivelato molto utile durante il trasferimento.

Cosa dovete fare? In buona sostanza dovete comprare un hosting, scegliendo tra le varie proposte (l’opzione che ho scelto io mi viene a costare circa 89€ all’anno). All’inizio del processo di iscrizione al sito vi verrà chiesto se possedete già un dominio di secondo livello (www.nomesito.com), perché se non lo doveste possedere BlueHost potrà provvedere anche a quello. Se invece lo possedete dovrete inserirlo nell’apposito campo e procedere poi alla compilazione del modulo di iscrizione.

Il bello di BlueHost è che, essendo ottimizzato per WordPress.org, è auto installante. Dunque in pochi minuti avrete il vostro sito self hosted pronto all’uso. I passaggi rimanenti sono:

  • Scaricate dal vostro blog su wordpress.com il file di backeup del vostro blog, come? Andando su Strumenti > Esporta e salvando sul pc il file. Poi entrate nel vostro nuovo pannello di controllo selezionate Tool (o Strumenti, dipende dalla lingua impostata) > Import. Caricate il file nell’apposito spazio e attendete, a seconda della mole del vostro blog potrebbero volerci da pochi minuti a tanto tempo. Nel mio caso ci è voluta più di un’ora.
  • Nel frattempo potrete dedicarvi all’operazione più antipatica di tutte: il cambio dei DNS (attenzione, questo passaggio vale solo per chi aveva già un dominio di secondo livello, non per chi l’ha comprato tramite BlueHost). In seguito al pagamento infatti avrete ricevuto nella vostra casella di posta una mail con i dati di riepilogo della vostra iscrizione a BlueHost, tra questi dati vi saranno anche i NAMESERVER da inserire nelle apposite sezioni del web provider su cui è ospitato il vostro dominio (se si tratta di GoDaddy o Enom vi rimando sempre al mio precedente post, perché la metodologia con cui entrare e cambiare i nameserver è la medesima, semplicemente, al posto di usare quelli di wordpress dovrete usare quelli inviati da BlueHost, l’articolo è sempre QUI). Una volta cambiati i DNS dovrete chiaramente avere pazienza, ci vorrà del tempo per la loro propagazione (nel mio caso circa 24ore, di cui una passata a chattare con il customer service online ormai in preda alla disperazione di aver commesso qualche fatale errore, ma no, era tutto a posto, semplicemente ci vuole tempo e pazienza e una pinta di camomilla). Il consiglio utile: se non volete che il sito risulti offline per tutto il tempo di propagazione dei dns, potrete tornare sul vostro pannello di wordpress.com e selezionare come primary domain nomeblog.wordpress.com, certo, sarà come tornare indietro nel tempo per qualche ora, ma sempre meglio di niente e sempre meglio che far spaventare i vostri lettori. Naturalmente avvisateli via social network che state facendo dei lavori e appena possibile tornerà tutto funzionale con il vostro abituale dominio.
  • Quando i dns si saranno propagati il vostro sito http://www.nomeblog.com sarà tornato online, potrete cancellare ogni vostra traccia da wordpress.com. Magari non fatelo subito, ma aspettate di avere ricontrollato tutti i vostri post e contenuti, per poter confrontare cosa è andato perso nel passaggio e come rimediare (io ho aspettato quasi un mese a cancellarlo, non potevo certo ricordarmi che immagini avevo messo nel secondo post pubblicato nel 2010, la mia memoria, come quella di tutti, ha dei limiti).
  • Ora avete il vostro sito self hosted, siete indipendenti sotto ogni punto di vista, nessuno vi impedirà più di avere banner pubblicitari con programmi di affiliazione e potrete intervenire sull’html del vostro sito ogni volta che vorrete. Inoltre avrete a disposizione una quantità tale di plugin utili che vi sembrerà assurdo non aver pensato prima a questa migrazione per il vostro sito.

Magari dei plugin più utili per un principiante di WordPress.org parliamo un’altra volta, d’accordo?

Per qualsiasi dubbio, o se non sono stata abbastanza chiara (è possibile), mi trovate sempre disponibile lasciando un commento!

Alessandra Pepe

pp.alessandra@gmail.com

Annunci

34 pensieri su “Migrare da wordpress.com a wordpress.org: perché e come?

      • kautuak ha detto:

        Sì. In pratica. soglie.wordpress.com.
        ho in automatico, collegandolo a facebook, i miei “amici” che mi seguono.
        ma poi ho acquisito un centinaio di persone iscritti al blog.
        se passo a soglie.org o similare, posso importare il mio account e, quindi, portarmi dietro i 100 o perdo account e persone?

      • alessandrapepe86 ha detto:

        Il tuo account wordpress rimane lo stesso, ma cambiando il sito, o meglio muovendolo, i subscriber andranno persi. Francamente non so se esiste un plugin o un metodo per evitare questo, bisognerebbe chiedere direttamente all’assistenza wordpress 😉

  1. kautuak ha detto:

    Capito, grazie mille 🙂
    (mi sa che si fa prima a mettere un post nel “vecchio” in cui si dice di iscriversi al “nuovo”.
    Grazie ancora, sei gentilissima.

  2. kautuak ha detto:

    ciao, sono ancora qui a chiederti aiuto 🙂
    Ho installato wordpress su alessandromazzi.com
    il problema, a parte la persita dei sottoscrittori, è che non lo visualizza come sito wordpress.
    O, meglio, io posso gestirlo e tutto, ma i visitatori non vedono la banda superiore (alessandra pepe – following – mi piace – reblog) e neanche la possibilità di mettere il like.
    Ho sbagliato qualcosa o devo attivare la funzione?
    grazie 🙂

    • alessandrapepe86 ha detto:

      Questo sito è un wordpress.com ecco perché vedi quella barra 😉 il mio blog lavorativo http://www.momastyle.com fatto invece con wordpress.org come potrai vedere non la contiene! Non hai sbagliato niente, sono semplicemente due modi diversi di “mettersi sul web”, considera che wordpress.org viene usato tantissimo anche per creare siti aziendali veri e propri essendo una piattaforma estremamente malleabile, dunque va a perdere le caratteristiche tipiche di un blog per assumere quelle di un sito!

  3. ideeintavola ha detto:

    Ciao Alessandra! Complimenti per il post molto preciso ed esaustivo riguardo un argomento che non è spesso trattato bene. Io infatti ho comprato il dominio, ma sinceramente ho un po’ “paura” a fare il redirect, non vorrei perdere tutti i follower e chi mi segue via mail su wordpress.com.
    Avrei da chiederti un consiglio: una volta fatto il redirect, se ho capito bene, potrò sempre accedere al blog wordpress.com e commentare gli altri blogger della community… vero? Inoltre, se mettiamo caso, pubblicassi un nuovo post sul mio sito self-hosted, facendo un “import” e pubblicandolo anche qui su wp.com, ai miei subscribers di wordpress dovrebbe arrivare la notifica di un nuovo articolo e cliccandoci sopra, con il redirect, verrebbero reindirizzatti sul mio sito.com… o sbaglio?? Ti ringrazio in anticipo se potrai aiutarmi a risolvere i miei dubbi,
    Sonia 😉

    • alessandrapepe86 ha detto:

      Ciao Sonia,
      confesso che ho dovuto rileggere il tuo commento un po’ di volte per riuscire a capire, sarà l’ora o il fatto che sono reduce dall’influenza 🙂 Intanto comunque ti ringrazio per i complimenti!
      Ti confermo che il tuo account/profilo wordpress rimane intatto e potrai continuare a commentare i blog dei tuoi amici senza dover cambiare nulla (questo perché, nonostante siano due piattaforme diverse wordpress.com e wordpress.org fanno pur sempre parte della stessa famiglia e il tuo profilo come utente rimane il medesimo). Per quanto riguarda la questione subscriber invece, ho scoperto di recente che è possibile, in un modo abbastanza semplice, importarli da wordpress.com al tuo nuovo sito self hosted, trovi la procedura, in inglese in questo breve ma preziosissimo articolo http://www.computerandyou.net/2011/10/how-to-move-your-wordpress-com-email-subscribers-to-wordpress-org/, in questo modo non perderai nessuno dei tuoi follower e non dovrai ogni volta “duplicare” contenuti, cosa che di per sé non è mai consigliabile 😉

      Spero di esserti stati utile, a presto

      Alessandra

  4. ideeintavola ha detto:

    Grazie Alessandra! Sei stata utilissima e gentilissima! 😉 Quell’articolo è veramente prezioso, grazie per averlo condiviso e scusami se la domanda che ti ho posto era un po’ criptica! 😀 Mi hai risposto però in modo impeccabile! Brava! 😉

  5. Salvatore ha detto:

    Ciao Alessandra, articolo molto utile! Una sola domanda però…io ho comprato un dominio di primo livello su wordpress.com e sto passando ad una versione wordpress.org, c’è modo per trasferire anche il dominio? Nel senso, posso far puntare i dns di quel dominio al nuovo hosting??

    Grazie

    • alessandrapepe86 ha detto:

      Si certo! E rimanendo sempre nella famiglia di wordpress è anche più semplice 😉 Ti basterà, una volte ricevuti i nuovi dns, inserirli nel campo modifica dns del tuo dominio primario su wordpress.com. Io ti consiglio di scegliere BlueHost come hosting, è il meglio ottimizzato per WordPress 😉

      • Salvatore ha detto:

        Grazie per la risposta! Ad ogni modo, se non voglio perdere posizionamento e link in entrata devo comunque attivare il redirect a pagamento, giusto?

  6. alessandrapepe86 ha detto:

    No perché il dominio rimane lo stesso! Questo se stiamo parlando di un dominio di secondo livello come pincopallo.com (.net; .it ecc.). Se invece stiamo parlando di una dominio di partenza che ha ancora l’estensione .wordpress.com il discorso è diverso!

    • Salvatore ha detto:

      Ok, ho capito. Io ho già il dominio di primo livello, quindi già senza la parte .wordpress.com. Voglio trasferire il sito su un mio server, volevo solo riutilizzare il dominio di primo livello già acquitato con wordpress.com. Quindi, mantenendo intatto il dominio di primo livello, non perdo i permalink (ed effettivamente questo discorso ha senso 🙂 )

      Grazie mille per le risposte!!!

    • Salvatore ha detto:

      Sono sempre io 🙂
      Ho fatto il passaggio e reindirizzato i dns (ci sono voluti 7 giorni). Oggi è finalmente attivo il mio sito wordpress Self hosted.
      Unico problema: il dominio di primo livello si vede nella barra degli indirizzi solo sulla homepage, nelle pagine e nei post viene visualizzato l’indirizzo ip del server.
      È, magari, solo questione di tempo (i dns non si sono ancora propagati completamente), oppure è un problema del passaggio da un server all’altro?
      Grazie!

      • alessandrapepe86 ha detto:

        Ciao Salvatore,
        sinceramente non so di preciso rispondere alla tua domanda, non ho capito se è un problema di permalink o altro. Cioè quando entri in una sezione del tuo blog o in un post o in una pagina al posto di visualizzarti l’estensione precisa di dove ti trovi ti visualizza una serie numerica?
        Perché se il caso è questo potresti semplicemente modificare dal pannello impostazione il come vuoi che siano visualizzati i tuoi permalink (ad esempio nomepagina-mese-data oppure semplicemente numeroarticolo)

  7. verdementa ha detto:

    Ciao Alessandra,
    sto valutando anch’io di migrare da Blogger a WordPress e sto studiando religiosamente i tuoi 2 post sull’argomento, grazie mille per averli scritti!
    Volevo chiederti 2 cose:
    1) Non so se seguire passo passo il tuo tutorial o passare direttamente a wordpress.org… Cosa consigli?
    2) Sono rimasta perplessa dal fatto di dover metter mano manualmente a tutti i post per sistemarli e recuperare le foto. Per me sarebbe una lavoro immane, 4 anni di blog! Tu avevi usato il plugin Blogger Image Import?

    • Alessandra Pepe ha detto:

      Ciao! Grazie mille a te! Io sinceramente ti consiglio di passare direttamente a wordpress.org, soprattutto se hai un database così consistente. Quello di dover mettere mano ad ogni post mi rendo conto sia una seccatura ma anche con il plugin Blogger Image Import non ci sono grandi garanzie di riuscita, anzi, a me lo sconsigliarono, di sicuro dipende da quante fotografie posti in media in ogni articolo, se sono tante ti conviene provare e al limite, il danno sarà limitato!

  8. Silvana - Una mamma green ha detto:

    Ciao! Grazie mille per questo post così incoraggiante. Ho una paura immensa di perdere follower, backlink e compagnia bella facendo il passaggio a wp.org, tanto che sto pensando di affidarmi alla procedura guidata (e a pagamento) di wp per non fare errori. Ma vorrei francamente risparmiarli, questi soldini!! Potresti dirmi se ho capito bene come funziona? Io ho un dominio primario comprato attraverso wp.com (unamammagreen.com). Dunque dovrei:
    1. comprare l’hosting, indicando il dominio che già posseggo
    2. esportare/importare
    3. sistemare i DNS (la cosa che mi spaventa di più)

    A questo punto, correggimi se sbaglio, dovrei ritrovarmi col vecchio sito trasferito su wp.org, senza perdere link, commenti e iscritti. Dovrei solo recuperare i follower via mail con le indicazioni che hai postato, giusto?
    Grazie di cuore!

    • Alessandra Pepe ha detto:

      Esatto Silvana! L’unica cosa che dovrai ricostruire è il template del sito. Forse la cosa più
      seccante, ma almeno finalmente avrai accesso all’HTML completo e potrai volendo personalizzartelo
      al 100%!

  9. officinafilosofica ha detto:

    Ciao! Innanzitutto ci tengo a ringraziarti per la chiarezza dell’articolo, in seguito al quale ho deciso di affidarmi a Bluehost. Avevo acquistato un dominio su wordpress.com (www.officinafilosofica.net) e ho deciso di acquistare un hosting su Bluehost mantenendo lo stesso nome. Ho fatto tutta la procedura, ho cambiato i DNS e ho sbloccato il dominio su wordpress.com, ma quando provo a installare wordpress.org su Bluehost mi compare questa scritta “We noticed you are installing at the domain is not set up yet with your hosting provider.
    We can still install this, then once your domain is set-up you will be Able to see your installation.”
    sai dirmi il perchè?
    Grazie mille!

    • Alessandra Pepe ha detto:

      Ciao, scusami tantissimo per il ritardo nella risposta.
      Immagino che nel frattempo tu sia riuscita a risolvere, anche perché non avrei saputo come aiutarti, se non consigliandoti di scrivere
      nella chat di supporto attiva 24ore su 24 di Bluehost. A me hanno aiutato innumerevoli volte a risolvere problemi come questi!

  10. unemme ha detto:

    Ciao!
    Arrivo qui googlando informazioni riguardo la barra superiore di WordPress.com.
    Sul mio sito (un WordPress.org) ho installato il plug-in Jetpack il quale, come saprai, permette di gestire WordPress.org come fosse un wordpress.com.
    Dunque stelline, commenti, pulsanti di condivisione, iscrizione via mail: tutto in perfetto wp.com.
    Il problema è che non compare la famosa barra superiore con Iscriviti, ti piace, reblog!

    E’ proprio impossibile farla comparire o sbaglio qualcosa io?!
    Boh, magari esiste qualche altro plugin…

    Grazie 🙂

  11. Federico ha detto:

    Salve Alessandra,
    ho un sito su wordpress.com con dominio “mionome.com” e vorrei passare a wordpress.org, ma ho dei dubbi su alcuni passi della procedura.

    1) una volta acquistato l’hosting con il mio dominio e installato wordpress dovrei fare l’import dei contenuti del vecchio sito. La mia perplessità riguarda il fatto che dovendo ripubblicare tutti gli articoli del vecchio sito potrei perdere il pagerank di google che avevo. E’ corretto?

    2) Anche avendo un dominio di primo livello su wordpress.com è necessario una volta fatto il passaggio effettuare il “reindirizzamento” dei link verso il nuovo sito? E’ una cosa che dovrò rinnovare ogni anno, per tutta la vita del nuovo sito? Quindi devo considerarlo un costo di gestione fisso, come quello del rinnovo annuale del server che mi ospita. Giusto?

    3) il dominio di primo livello acquistato su wordpress.com dovrò continuare a pagarlo anche dopo essere passato al nuovo hosting?

    Non so se sono stato sufficientemente comprensibile. In ogni caso ti ringrazio in anticipo per i consigli che vorrai darmi. Grazie e complimenti per la preparazione.

    • Alessandra Pepe ha detto:

      Ciao Federico, allora vediamo se riesco a rispondere a tutte le domande che mi poni 🙂
      1) L’importazione non è una vera e propria ripubblicazione è un trasferimento, i tuoi contenuti non andranno persi. Io pagerank non ne ho perso all’epoca del trasferimento! Certo, devi stare molto attento alle impostazioni dei permalink e fare in modo che non cambino con il passaggio, per questo ci sono dei validi plugin per wordpress che vanno il lavoro in automatico.
      2) Esattamente sì!
      3) Si dovrai continuare a pagarlo perché il dominio, di fatto, l’hai comprato lì. Esiste comunque anche la possibilità di modificare questa situazione facendo un trasferimento del dominio ad un altro gestore (Bluehost che ho portato ad esempio fa anche questo servizio, devi solo fare due conti e vedere se ti conviene economicamente!)

      Grazie a te e spero di esserti stata d’aiuto, non sono preparata, sono solo una nerd smanettona che cerca di cavarsela da sola :))))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...